lunedì 27 giugno 2011

Dal sito Federconsumatori

Comunicato Stampa
22/6/2011
TASSE: DAL PRIMO LUGLIO VI SARA' L'OBBLIGO DI PAGARE IN ANTICIPO IL 50% DI QUANTO RICHIESTO CON AVVISI TRIBUTARI... ANCHE IN CASO DI ERRORE!

Come già denunciato siamo indignati di fronte alla norma che impone, ai cittadini che fanno ricorso agli avvisi tributari, l’obbligo di pagare anzitempo il 50% di quanto anche erroneamente richiesto. Tutto ciò a partire dal 1 luglio prossimo.

Riteniamo questa misura, relativa agli avvisi concernenti tributi quali IRES, IRPEF, IVA e IRAP, vessatoria ed inaccettabile.

Altro che alleggerimenti e benefici per i cittadini!

Se da un lato, infatti, nel Decreto Sviluppo vengono realizzati piccoli passi avanti relativamente a pignoramenti e ganasce fiscali, nonché vengono dilatati (da 120 a 180 giorni) i tempi per il contribuente per richiedere una sospensiva, dall’altro, si mantiene in piedi questa inammissibile riscossione, con la chiara intenzione di fare cassa a spese dei cittadini.

“La mancata volontà di modificare tale norma è una tra le cose più vergognose accadute negli ultimi tempi” – dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti.

Sappiamo inoltre che è estremamente complicato e difficile mettere in campo una strumentazione per la cancellazione di tale norma, ma Federconsumatori ed Adusbef non solo continueranno la denuncia pubblica, ma studieranno ed avvieranno tutte le iniziative possibili per il superamento di questa vergognoso provvedimento.

http://www.federconsumatori.it/ShowDoc.asp?nid=20110622155513&t=news

Nessun commento: