mercoledì 28 maggio 2008

Mi sento in obbligo di dover postare un intervento di profeta del MU di Trieste perchè la penso come lui ecco qua :

CONTRO GLI AFFAMATORI DEL POPOLO

La povertà in Italia...sta raggiungendo livelli mai toccati negli ultimi 50 anni.

Un Popolo di Pensionati con pensione minima da fame (550?) , di precari giovani e meno giovani senza futuro e senza la certezza di avere un posto di lavoro fisso, e un numero sempre più grande e impressionante di persone che se paga il mutuo mangia l'aria per il resto del mese, e di persone senza casa costretti ad occupare case sfitte per poter avere un tetto sopra la testa.

Un Popolo di automobilisti ridotto a rinunciare all'automobile come mezzo di trasporto perchè la Benzina è il Gasolio sono un Lusso, un Popolo di Anziani che sono costretti a cercare tra la Munnezza cibo da Mangiare come accade in molte città d'Italia, o andare alla Caritas per chiedere aiuti alimentari sempre più folto.

Un Popolo di Madri, sposate, divorziate, raggazze madri e non con figli e senza figli che vorrebbero averne, ma la situzione economica è ingestibile...(una bocca in più da sfamare, pannolini, vestiti da comperare e tutto il resto )

Un Popolo pieno di Tasse...e pieno di bollette da pagare che Giorno dopo Giorno diventano sempre più alte causa della poco occulata visione della produzione e del risparmio energetico nazionale, e di chi pensa a fare Centrali Nucleari invece di chiedersi per quale motivo gli altri paesi Europei le stanno dismettendo.

Un Popolo assediato dai Rifiuti come in Campania, e che da anni si ammala e soffre e vede minata la Salute Pubblica in nome di strane e contorte teorie formulate dal Politico di turno eletto senza il "Suffraggio Universale" come previsto dalla Nostra Costituzione, e che spinge la Polizia, I Carabinieri e La Guardia di Finanza che hanno prestato giuramento verso LA LEGGE e la Costituzione e dovrebbe essere al servizio della Sovranità Popolare a incarcerare chi si oppone al costituendo Regime Criminale formatosi in violazione della Nostra Costituzione...come già denunciato da Pietro Molinari il 30/07/1996 e ridenunciato nel 11/03/2008 dopo 12 anni, invece di arrestare i Politici che hanno violato le leggi per paura di ritorsioni.

Un'altro effetto prodotto da questa illegalità è l'instabilità economica e sociale che porta una marea di ragazze e ragazzi a prostituirsi per pagarsi un appartamento, per mangiare, per pagarsi gli studi e sopravvivere. Una marea di persone costretta a vivere con i genitori perchè un affitto o solo accedere all'acquisto di una casa è un lusso e sta diventando un miraggio irragiungibile.

E l'elenco dei mali del paese potrebbe diventare ancora più lungo...ma da dove nascono tutti questi mali?

Qual'è la loro origine di tutti questi MALI?

Non sarà forse che il fatto che si susseguono governi illegali e poco attenti al vero Benessere e al Progresso del paese, e la mancanza di un informazione corretta, e il nessun rispetto per le regole Costituzionali e lo Stato di Diritto e dello Stato Sociale, e gli interessi di parte e tutto il resto, che ci sta portando verso un futuro di fame e stenti, per arrichire invece sempre di più pochi e potenti mentre noi rimaniamo alla Fame?

Istat 2005
http://www.istat.it/salastampa/comunicati/non_calendario/20061011_00/
Nel 2005 le famiglie in condizione di povertà relativa sono 2 milioni 585 mila, pari all?11,1% delle famiglie residenti in Italia. Si tratta complessivamente di 7 milioni 577 mila individui, il 13,1% dell?intera popolazione.

La povertà in Italia (Istat)
http://www.bancoalimentare.org/dati/poverta.php
In base alle ricerche dell'Istat, gli italiani che vivono sotto la soglia della povertà relativa sono 7.577.000.
Le persone che hanno difficoltà ad acquistare cibo sono 2.330.970*.
La rete Banco Alimentare assiste attualmente 1.385.281 persone.

ANSA - 2008-05-26 15:58
http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/altrenotizie/visualizza_new.html_76258569.html
A RISCHIO POVERTA' IN ITALIA UN MINORE SU 4
ROMA - Un minore su 4 esposto a rischio povertà, 900 mila giovani che abbandonano gli studi, e poi lavoro minorile, prostituzione, pedopornografia on line. Ancora, la tendenza a utilizzare il carcere preventivo per i minori, soprattutto stranieri. E' il desolante quadro che emerge dal Rapporto su I diritti dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia, presentato alla vigilia dell'anniversario della ratifica italiana della Convenzione Onu sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza (Ccr), avvenuta il 27 maggio 1991.
Continua...

2008-05-28 17:12
ISTAT: REDDITI ITALIANI A PICCO
http://temporeale.libero.it/libero/fdg/1881983.html
ROMA - Il 14,6% delle famiglie italiane arriva "con molta difficoltà alla fine del mese", il 28,4% non riesce a far fronte a una spesa imprevista di circa 600 euro e il 66,1% dichiara di non riuscire a mettere da parte risparmi. E' quanto emerge dal rapporto annuale dell'Istat che, in base ai dati 2006 (gli ultimi disponibili), sottolinea come la percentuale di famiglie che trova difficile sbarcare il lunario ogni mese sia aumentata anche al Nord (10,7% contro il 9,9% dell'anno prima), area dove i redditi sono in media più alti che nelle altre zone del Paese.
Continua...

Se questo è il futuro che ci aspetta e che hanno programmato per noi è il caso che cominciamo a muoverci per fare in modo che tutto questo cambi da SUBITO...senza Paura forti anche del fatto che NOI ABBIAMO AL LEGGE DALLA NOSTRA PARTE.

Attendo vostri commenti e soluzioni a questo problema sociale che ci riguarda tutti.

Nessun commento: